La Tigella e il Gnocco Fritto tra storia e tradizione



Il Ristorante Tigella Bella di Cinisello Balsamo ‘mette in tavola’ due prodotti tipici della tradizione gastronomica emiliana: la Tigella (o Crescentina) e il Gnocco fritto. In questo articolo, approfondiamo l'argomento e ne raccontiamo la storia, gli ingredienti e le peculiarità.

La Crescenta o Crescentina è per eccellenza il pane dell’Appennino Modenese, ormai noto con il nome di Tigella (che deriva dal nome dei dischi di terracotta o di pietra refrattaria in cui originariamente erano cotte le crescenti). Nella cultura popolare modenese le crescentine sono considerate il cibo per eccellenza dei momenti conviviali: preparate al camino e consumate direttamente dopo la cottura provvedendo ciascuno alla farcitura della propria porzione, le Tigelle venivano adottate come soluzione per il pasto da consumarsi in compagnia consentendo a cuochi e commensali di trascorrere insieme sia il tempo della preparazione sia quello della consumazione.

Ma quali sono gli ingredienti della Tigella? Le Tigelle sono preparate con acqua, farina, olio e sale.

Tradizionalmente le Tigelle venivano tagliate a metà e farcite con il pesto alla modenese, ovvero lardo di suino battuto con aglio, rosmarino, pepe e una spolverata di Parmigiano Reggiano.

Al Ristorante Tigella Bella di Cinisello Balsamo si possono gustare le Tigelle sia seguendo la tradizione con il pesto modenese, sia sperimentando abbinamenti sempre nuovi e originali con l’assetta di 8 salse e 4 creme dolci che viene servita in accompagnamento a qualunque menu, compresa nel prezzo.

Qualche esempio? Speck e crema gorgonzola, Crudo di Parma e Squaquerone, Prosciutto Cotto alla brace e funghi porcini sott’olio, Mortadella e Salsa Messico, Salame di Langhirano e salsa al radicchio.

Al Tigella Bella di Cinisello Balsamo è possibile ordinare le Tigelle prive di glutine (certificate).

Il Gnocco fritto è un prodotto alimentare tipico delle province di Modena e Reggio Emilia il cui nome varia da un’area all’altra: nelle province di Modena e Reggio Emilia viene chiamato semplicemente gnocco fritto o gnòc frètt o gnòcch fritt dal dialetto locale.

Al Tigella Bella viene preparato secondo la ricetta più antica e tradizionale, ovvero impastando farina e acqua, senza l’aggiunta di lievito.

É un fumante rettangolo di sottile pasta fritta in olio bollente che un tempo rappresentava la colazione ed il pranzo dei contadini. La ricetta del gnocco fritto, propone un prodotto leggero, non unto che si presenta come una nuvola di pasta che si gonfia durante la frittura. Si gusta ben caldo accompagnandolo con gustosi affettati come il Crudo di Parma, il Salame di Langhirano o la Coppa imbevuta all’Amarone, ottimo anche gustato con lo stracchino, ma è altrettanto intrigante se accompagnato da creme spalmabili dolci, come la nutella e perché no una spolverata di cocco grattuggiato.

Al Ristorante Tigella Bella di Cinisello Balsamo (Via Alessandro Manzoni 42) è possibile ordinare illimitatamente Tigelle e Gnocchi Fritti, tutto compreso nel prezzo di qualunque menu per potervi immergerei in un’incredibile esplosione di gusto.

Tigella Bella non è solo buon cibo, è anche un nuovo coinvolgente modo per mangiare assieme divertendosi; e soprattutto è 'AMORE' per quello che si offre con la consapevolezza di saper proporre materie prime sempre fresche e di ottima qualità. Per prenotazioni: 335 7595 465

#RistoranteTigellaBella #CiniselloBalsamo #tradizionegastronomicaemiliana #tradizioneemiliana #Tigella #Crescentina #Gnoccofritto #crescentine #ingredientidellaTigella #pestoallamodenese #Tigelle #TigellaBella #ricettadelgnoccofritto #GnocchiFritti #tigelleegnocchifritti #TigellaBellaCiniselloBalsamo #TigellaBella

Post recenti

Mostra tutti

Eventi, notizie, attività di Cinisello Balsamo
© Copyright 2018 - cinisellonline.it è un blogzine realizzato da Stefania Gaia Paltrinieri - Cinisello Balsamo - P.IVA 10174510965

Potrebbe interessarti anche: https://www.nordmilanonline.it